Voghera sei tu

Nav view search

Navigation

Search

Lettere al direttore

Indice articoli

 

 

Lo sfogo lecito di una (ex) insegnante precaria

Voghera, 30 settembre 2009

Egregio direttore, 

metaforicamente parlando ho le orecchie basse e la coda fra le gambe,il perchè è facile da scrivere: lo scorso Giugno, a causa della "manovra di tagli" Gelmini, ho terminato di svolgere lo splendido lavoro dell'insegnamento. La riforma Gelm ini non dà scampo a noi precari,ci ha penalizzati non solo professionalmente, ma anche ci ha demotivati, sconsolati e sbalestrati a guardarci intorno.

Il Minist ro ci aveva pure promesso che ci avrebbe trasformato in GUIDE TURISTICHE (rassic urandoci...)ma tutto tace e, ancora una volta,abbiamo la dimostrazione che l'enn esima promessa non è stata mantenuta. Ho trascorso solo quasi sei anni da insegn ante precaria e non si possono archiviare senza batter ciglia.

Ho cambiato tante classi e scuole, ho conosciuto tanti alunni, con loro e per loro ho investito tempo ed energie,li ho aiutati a crescere e, devo dir la verità, mi hanno voluto  un gran bene. Io non sono solo "invecchiata",ho imparato e mi sono divertita ins ieme a loro.


Per chi di professione si occupa di mansioni che (pur rispettandole,ci manchereb be) difficilmente suscitano empatia ed affetto, non è semplice comprendere il mio stato d'animo, la destabilizzazione che provo...adesso mi sento così, come un latitante che vive un sentimento di perdita... Ho raccolto le fotografie che raccontano di gite scolastiche , ho raccolto diseg ni in ogni scuola; con la consueta razionalità mi dico per quale motivo li conservo, sinceramente non lo so e neppure me lo chiedo.


Con la fine di questo percorso è come se per me fosse finita un'era geologica perchè gli eventi vissuti insieme agli alunni costituiscono la storia di noi docenti.Torno indietro con la memoria ai tanti episodi che hanno composto questi anni:la piccolina che va al bagno dei maschi e usa i vespasiani con inevitabili umide conseguenze; la vanitosa che ha cercato d'insegnarmi l'arte dell'eleganza e della concordanza dei colori;la principessa che ai servizi attende seduta sul water,composta,che qualcuno,non il principe azzurro,bensì il collaboratore scolastico la salvi....che bei momenti!!!!


Li prendo,questi momenti e li chiudo nel cassetto della memoria,presenti,in fondo faccio così per tutto ciò che mi capita,lo vivo,lo gusto,lo metabolizzo e alla fine lo archivio. Una serie di terremoti emotivi,oggi,scuotono il mio cuore perchè è inutile nascondere la verità,quando si è costretti da cause di forza maggiore a lasciare il lavoro che si ama,non ci si rassegna alle nuove disposizioni ministeriali. Per noi insegnanti guardare avanti e cogliere il meglio da ogni cosa che ci capita è essenziale come l'aria...Ministro Gelmini permettendo...

Grazie per avermi benevolmente ascoltata.Un abbraccio ed un augurio di buono studio a tutti i miei ex alunni.

Morena Perotti - Voghera

 

 

e-max.it: your social media marketing partner
Cookie Settings