Voghera sei tu

Nav view search

Navigation

Search

Sport 2017-18 - Lunedì, 09 Aprile 2018 13:12

LUNGAVILLA- Mister Baiardi replica duramente al Bressana: Non accetto lezioni di sportività da loro

LUNGAVILLA  - Dopo lo sfogo di mister Truffi nel post-gara di Lungavilla-Bressana, arriva la replica del Lungavilla, affidata al tecnico Gianluca Baiardi.

"ANCHE NOI SIAMO STATI PENALIZZATI DAGLI ARBITRI , MA GLI ERRORI VANNO ACCETTATI" "Ci tengo a dire ce in 27 giornate di campionato, al Lungavilla sono stati annullati 6 gol regolari e non ci sono stati concessi dieci rigori, ma ho scelto di non parlare degli arbitri. Le parole di Truffi non le accetto, cosi gli insulti al nostro giocatore Marioli, un ragazzo corretto ed onesto, oltre che un grande giocatore. L’episodio del gol di mano o non di mano non l’ho visto, stavo parlando con il guardalinee del Bressana, ma gli episodi a favore o a sfavore capitano nel corso di una stagione, tutti possiamo lamentarci, ma aggiungo anche che facciamo poco per aiutare gli arbitri. Non capisco perché i giocatori del Bressana si sono rivolti a Marioli chiedendogli di ammettere l’irregolarità. Allora, partendo da questo presupposto, il Bressana avrebbe dovuto sbagliare apposta il rigore di Stradella, concesso su una punizione che non è nemmeno arrivata in area. Poi , sinceramente, non accetto la parola “antisportivo” dal Bressana. Noi, in due occasioni, con ripartenze importanti, abbiamo buttato fuori la palla con un loro giocatore a terra, mentre il Bressana, in una circostanza analoga, è andato avanti a giocare, creando l’occasione di Likmeta davanti a Giugliano. Questo non è fair play”.

" PAREGGIU GIUSTO, IL BRESSANA NON E' STATO SUPERIORE" Baiardi non condivide l’analisi sula gara di Truffi: “Non so che partita ha visto Truffi. Parla di vittoria che sarebbe stata meritata per loro, quando in realtà il pareggio è giusto. Nel primo tempo, tolto il gol, il Bressana non si è mai visto nella nostra metà campo. Abbiamo preso un palo e creato altre tre occasioni da gol chiarissime, Giugliano ha fatto una parata nel finale su un tiro deviato, poi c’è stata l’occasione di Likmeta nata da una ripartenza con un nostro uomo a terra. Non ho assolutamente visto una superiorità del Bressana nei nostri confronti e non accetto che venga insultato un ragazzo come Marioli da chi non può dare lezioni di sportività”

AddThis Social Bookmark Button
e-max.it: your social media marketing partner