Voghera sei tu

Nav view search

Navigation

Search

Cultura - Mercoledì, 04 Ottobre 2017 11:49

VOGHERA - Gli scacchi e gli effetti sulla mente: se ne parla all'Auser

tisana folkVOGHERA Due scrittori di libri gialli, due giornalisti, uno psicologo, alcuni docenti della scuola e istruttori di scacchi e un filosofo: saranno otto i relatori alla Conferenza Nazionale che si terrà all'Auser di Voghera Sabato 7 ottobre, dalle 16,00 all1 19,00, dati titolo "Scacchi, mente e Letteratura: effetti benefici degli scacchi sulla mente umana - apporti filosofici, matematici, psicologici e letterari".

 

ESPERTI DI FAMA NAZIONALE


Organizzata dall’Auser di Voghera, dalla Associazione Scacchi960 e Scacchi Eterodossi (ASE960), e dall'Ufficio Scolastico Territoriale di Pavia, questa conferenza nazionale gode del patrocinio gratuito del Comune di Voghera, della Federazione Scacchistica Italiana, del Comitato Regionale Lombardo FSI e dell’ASI (Associazioni Sportive e Sociali Italiane). La partecipazione alla conferenza è libera e gratuita, e si presta in particolare all'attenzione di appassionati di letteratura o saggistica, docenti della scuola, istruttori di scacchi, psicologi dello sport, medici, amanti della filosofia o matematica o semplici curiosi; la platea avrà l'occasione di porre domande agli esperti e, questa possibilità di interagire col pubblico, renderà più stimolanti gli interventi degli esperti.
L'evento, originale per i suoi contenuti, riesce a mettere insieme tanti specialisti di fama nazionale, è questo un richiamo sicuro di conoscere un mondo apparentemente complesso ma davvero appassionate. Dato l'interesse suscitato dall'annuncio di questa imminente conferenza, l'AUSER ha in previsione di organizzare a breve un corso di scacchi aperto a tutti. Al termine dell’evento è previsto un ricco apericena e il concerto dei Ti-sanaFolk , gruppo che nasce nel 2014 con la passione per la musica popolare. Il gruppo è composto da quattro elementi: Roberta Mori voce e chitarra, Federico Lisandria chitarra classica, Celestino Russo voce, cajon e Guido Battaiola sax soprano e tenore.
La loro attenzione non si concentra solo sulla ricerca di brani tipici dell’Oltrepò, di cui sono comunque conoscitori, ma è rivolta anche verso la musica folk di altre regioni d’Italia e di altri paesi del mondo.
Il nome Ti-sana Folk nasconde il desiderio, forse un po’ ambizioso, di portare beneficio e quindi “sanare l’animo” di chi li ascolta, proprio come accadeva nei tempi antichi quando il ritmo della taranta aveva lo scopo di "esorcizzare" le persone tarantate, guarendole dal loro male attraverso il ballo che questa musica frenetica scatenava.
Caratteristica dei Ti-sana Folk sono infatti i ritmi travolgenti delle pizziche e dei brani sud americani che creano atmosfere festose e divertenti capaci di coinvolgere grandi e piccini.
Insomma all’Auser il 7 ottobre sarà una giornata eclettica che vuole fornire stimoli, riflessioni, cibo, buona musica e tante buone sensazioni!

 

AddThis Social Bookmark Button
e-max.it: your social media marketing partner